Integrazione documentale – Soccorso istruttorio (TAR Sardegna, Sez. I, n° 1155/2015).

 

Con ricorso nanti il TAR Sardegna, un Comune impugnava il rigetto della propria domanda di finanziamento dalla graduatoria finale degli enti ammessi, motivata sul rilievo per cui il progetto presentato non sarebbe stato coerente con la linea di attività del POR FESR 2007-2013 prescelta, bensì con altra linea di attività.

In particolare, il ricorrente lamentava il mancato esercizio del soccorso istruttorio al fine di ottenere chiarimenti circa l’errata indicazione della linea di attività ritenuta coerente col progetto, nonché il palese difetto di istruttoria e di motivazione in cui era incorsa l’Amministrazione regionale nel non valutare la coerenza del progetto con altra linea di attività.

Il Collegio sardo, con sentenza n. 1155/2015, accoglieva il ricorso, ritenendo assorbente il difetto di istruttoria procedimentale e affermando che il responsabile del procedimento, in ossequio al dovere di soccorso istruttorio, avrebbe dovuto provvedere d’ufficio a inquadrare correttamente la domanda e a inserire in graduatoria l’ente nella sezione dedicata alla linea di attività ritenuta conforme al contenuto del progetto presentato.

 

Leggi la sentenza: TAR Sardegna 1155-2015

 

 

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continua ad utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookies oppure ottieni Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi